lunedì 30 dicembre 2013

IL SECOLO XIX - Lodi verso Catania, il Genoa vuole Barrientos. Si attende la risoluzione del rebus Antonelli per De Ceglie o Buttner

Il Secolo XIX rivela un retroscena delle trattative di mercato del Genoa, con uno scambio molto interessante. Il Catania rivuole indietro Lodi: il Grifone però ha chiesto Barrientos. I due giocatori (il regista è in comproprietà tra etnei e rossoblu) sarebbero scambiati tramite prestito secco.

Continua qui

venerdì 27 dicembre 2013

Genoa, mercato sulla neve

Genova - Qualche giorno senza partite, un po’ di vacanza ma anche il momento giusto per pianificare le prossime mosse di mercato. Gian Piero Gasperini e Omar Milanetto si sono ritrovati sulla neve di Salice d’Ulzio, località piemontese dove da tempo entrambi hanno casa. Giorni trascorsi in famiglia per il tecnico e l’ex regista del “suo” Grifone, che da questa stagione è diventato osservatore del club rossoblù e ha appena preso il patentino da direttore sportivo. In questi ultimi mesi Milanetto ha girato in lungo e in largo l’Europa a caccia di talenti da poter mettere a disposizione di Gasperini. Spagna, Svezia, Francia, Germania, campionati di prima e seconda divisione, tanta Champions League. Un lavoro di scoutiing, contatti allacciati in previsione delle prossime sessioni di mercato. 

Continua qui

lunedì 23 dicembre 2013

Lino Marmorato: "Il Genoa su Buttner del Manchester United e Marquinho della Roma"

La dirigenza rossoblù è anche alla ricerca di un difensore centrale: Gamberini dovrebbe andare a Sassuolo per sostituire Acerbi

"Il Genoa monitorizza giocatori che militano in squadre della Champions League (già detto la scorsa settimana) che non trovano spazio e vogliono misurarsi nel prossimo mondiale". Lino Marmorato nel suo blog "Buon calcio a tutti" su Nostagia.it traccia la strategia di mercato del Grifone per gennaio. Il giornalista scrive che è "vero il  nome Buttner del Manchester United. L’ex calciatore del Vitesse (Olanda) voluto da Sir Fergusson dovrebbe essere vicino se Antonelli farà le valigie per Napoli, visto le ultime prestazioni". Inoltre "vicinissimo è stato anche Rodriguez uruguaiano dell’Atletico Madrid. Tramontata l’operazione con Atletico Madrid, il calciatore preferisce rimanere in Spagna, il Grifone si è buttato su Marquinho della Roma".

Continua qui

domenica 22 dicembre 2013

Bologna - Genoa, 1 -0

Genova - I rossoblù a Bologna non passano. La squadra avversaria, anzi, un solo uomo della squadra avversaria riesce a fare la differenza: Alessandro Diamanti. Sin dai primi minuti, infatti, è l’attaccante del Bologna a spingere con molta aggressività, fino all’unica rete della partita che avverrà solo a inizio del secondo tempo. Niente da fare dunque per gli undici di Gasperini, con Gilardino costretto a lasciare il campo per un dolore alla spalla.

Continua qui 

Bologna-Genoa 1-0. Diamanti silura il Genoa e salva Pioli.

Promossi&bocciati - Centrocampo spento e attacco a secco: a Bologna funziona solo la difesa

Genoa, Gasperini: "Oggi non all'altezza"

 

venerdì 20 dicembre 2013

Calaiò, doppietta e candidatura in coppia con Gila

Genova - Un brivido e non solo per il freddo pungente al Signorini, a non vedere Antonini allenarsi con i compagni. Dopo la giornata di mercoledì in cui il difensore si era accasciato per un problema al ginocchio destro, ma pur zoppicando spesso aveva portato a termine l’allenamento. Ieri solo palestra e poi via, però solo per precauzione, lo staff rossoblù dice che non ci saranno problemi per Antonini a Bologna.

Continua qui

giovedì 19 dicembre 2013

QUI PEGLI: Vrsaljko recuperato per Bologna. Lavoro a parte per Portanova, riposo per Antonini

Nell'amichevole odierna del Genoa contro gli Allievi è tornato Vrsaljko che ha pienamente recuperato dal suo problema muscolare. Il difensore della nazionale croata dovrebbe essere disponibile per la trasferta di Bologna. E' tornato ad allenarsi, sia pure a parte, capitan Portanova che ha sostenuto una serie di corse ed esercitazioni. Riposo precauzionale per Antonini che ha subito ieri un colpo al ginocchio: non ci dovrebbero essere problemi per la sua presenza per la gara di domenica prossima.

Continua qui

lunedì 16 dicembre 2013

Lino Marmorato: "Sturaro è stata la sorpresa più bella contro l'Atalanta"

Genoa Atalanta 1 a 1 .  Vecchio balordo beffato  dall’ Atalanta ,  raggirato dal direttore di gara,  dai propri errori  in zona cesarini. Lasciati almeno 4 punti tra Cagliari e la partita con gli orobici negli ultimi 3 minuti di partita. Crampi e pallonata in faccia ad Antonini (rintronato) hanno  permesso all’ Atalanta di pareggiare.

Continua qui

domenica 15 dicembre 2013

GENOA-ATALANTA 1-1

Pareggio del Genoa che può recriminare sulla mancata espulsione di Lucchini da partre di Banti: ancora una volta il Grifone penalizzato da un errore arbitrale.

Continua qui 

Promossi&bocciati: Antonelli a giri bassi, Biondini maratoneta, Bertolacci caparbio

Sapore d'antico contro l'Atalanta: l'arbitro e il pericoloso fortino finale

Genoa-Atalanta 1-1, Bertolacci illude, De Luca pareggia

Il gol di Bertolacci. LaPresse


sabato 14 dicembre 2013

***I CONVOCATI: NON CE LA FA VERSALJKO, SALTA L'ATALANTA***

Non ce l'ha fatta Vrsaljko a recuperare per la gara contro l'Atalanta di domani a causa di un problema muscolare. L'esterno croato è nella lunga lista di assenti del Genoa: Manfredini (squalificato), Kucka e Portanova (infortunati), e Santana (ha recuperato soltato ieri). Prima convocazione per il Primavera Pierre.

Continua qui

Genoa, controllo e riparto

Genova - «Non è un momento facile ma sento la fiducia della società, del mister e dei tifosi. Per questo non mi sono arreso, anzi ho messo ancora più impegno per riconquistarmi un posto. E non mi sono pentito di essere rimasto». Andrea Bertolacci parla con voce bassa ma decisa, l’allenamento è finito da poco più di mezz’ora e Gasperini sta valutando se lanciarlo di nuovo dal primo minuto: è uno dei candidati a giocare nell’ultimo match casalingo del 2013 per il Grifone.

Continua qui

giovedì 12 dicembre 2013

Biondini e Vrsaljko, sulla destra si improvvisa

Genova - In attesa che il mercato (forse) gli porti in dono due esterni d’attacco, Gasperini continua a lavorare con il materiale a disposizione. Così nel secondo allenamento in vista dell’Atalanta, il tecnico di Grugliasco ha voluto dedicare metà seduta solo agli attaccanti. Sei per l’esattezza. Divisi in due tridenti. Con la pettorina Calaiò in mezzo, Fetfatzidis a sinistra e Centurion a destra. L’altra con Gilardino al centro, Stoian alla sua sinistra e Konate dall’altra parte; il resto del gruppo lavorava in palestra, dopo aver svolto una prima parte sul campo.

Continua qui

martedì 10 dicembre 2013

Super Perin torna a vestire l’azzurro

Genova - Più forte di dubbi e pregiudizi. Dopo oltre un anno, Mattia Perin torna nel giro della Nazionale. Per adesso si tratta solo dell’Under 21 e di una pre-convocazione in vista di un’amichevole in calendario il prossimo 17 dicembre, però è il segnale che conta. Il ct Di Biagio non lo aveva mai chiamato, con Mangia si era visto per l’ultima volta il 10 settembre, Italia-Irlanda 2-4. Poi, il black out. Inspiegabile, per un ragazzo di 20 anni che giocava titolare in serie A. E pure bene, almeno fino a gennaio, con il Pescara. Niente da fare, nessuna motivazione ufficiale: ufficiosa sì, motivi disciplinari. «Un ritardo, qualche frase un po’ da guascone... Non si piange sul latte versato ma se avessi un’altra occasione mi comporterei in maniera diversa», ha confessato Perin. 

Continua qui 

Tegola Kucka, stop di 6 mesi

domenica 8 dicembre 2013

Cagliari-Genoa 2-1: Gilardino sogna, Sau lo sveglia

La doppietta dell'attaccante regala la vittoria in rimonta ai sardi dopo che il gol dell'attaccante azzurro aveva illuso la squadra di Gasperini, in dieci dal 43' per l'espulsione di Manfredini

Due a uno con veleni. Finisce con una gigantesca rissa in mezzo al campo, sotto gli occhi del direttore di gara Giacomelli, la gara che segna il riscatto del Cagliari, in pieno recupero, quando Sau (doppietta) va a segno dopo un’azione avviata da Cossu e proseguita da Nenè in rovesciata, prima del tiro decisivo che ha battuto un ottimo Perin, decisivo nella ripresa nel tenere vive le speranze della squadra di Gasperini di strappare almeno un pareggio. Invece gli uomini di Lopez sono riusciti a riscattarsi dopo i veleni che avevano fatto seguito alla gara con il Sassuolo. La lunga striscia positiva del Genoa si ferma invece qui, dopo tre vittorie e due pareggi consecutivi.

Continua qui 

Cagliari-Genoa 2-1

Antonini: "Un commento? Sono infuriato e amareggiato"

Biondini: " L'arbitro ci ha danneggiati"

Promossi&bocciati: Vrsaljko stacanovista, Perin e Gila si confermano: ma il Genoa è sabotato

Gasperini: «Difficile giocare in dieci tutto il secondo tempo»

Giacomelli batte Genoa 2-1: miglior giocatore in campo

ECCO IL VIDEO DELL'ASSURDA ESPULSIONE DI MANFREDINI

 

Genoa, in cerca di Lodi

Genova - In trasferta a Cagliari, i rossoblù vogliono migliorare gioco e classifica. Con l’aiuto del regista, che però deve ritrovarsi.

Le formazioni annunciate

Cagliari (4-3-1-2)
: Avramov; Murru, Astori, Rossettini, F. Pisano; Nainggolan, Conti, Dessena; Cossu; Sau, Pinilla.

A disposizione: Adan, Avelar, Perico, Ekdal, Del Fabro, Cabrera, Ibraimi, Nené.
Allenatore: Diego Lopez.

Genoa (3-5-1-1): Perin; Antonini, Portanova, Manfredini; Vrsaljko, Biondini, Lodi, Kucka, Antonelli; Fetfatzidis; Gilardino.

A disposizione: Bizzarri, Bertolacci, Calaiò, Centurion, Cofie, De Maio, Gamberini, Konaté, Marchese, Sampirisi, Sturaro, Stoian.
Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Continua qui

sabato 7 dicembre 2013

Genoa, Gasp, pensa al 3-5-1-1

Genova - Vedi Milan. Quello è il riferimento recente per affrontare avversario con trequartista dietro a due punte. Da Kakà-Matri-Balotelli a Cossu-Sau-Pinilla. A Cagliari con Kucka in più. E il ruolo di equilibratore tra attacco e centrocampo. Nelle idee di Gasperini, dovrà evitare il problema individuato nell'analisi come principale in fase difensiva, ancora undici contro undici, a San Siro: «Non sempre accorciavamo bene su Kakà o su Balotelli e Matri quando venivano fuori».

Continua qui

venerdì 6 dicembre 2013

Genoa, idea Calaiò e 3-5-2

Genova - Isola per cominciare e magari pure per finire. Genova verso la Sardegna, domenica c'è la trasferta a Cagliari e Gasperini fa le prove tattiche contemplando l'impiego di Calaiò al fianco di Gilardino, modulo di base 3-5-2 peraltro facilmente mutabile in 3-4-3 sempre grazie all'uso di Kucka come pendolo tra centrocampo e attacco.

Continua qui

mercoledì 4 dicembre 2013

PERIN: «Fa piacere il primato del numero di parate, ma resto con i piedi per terra»

Ieri Pianetagenoa1893.net aveva evidenziato il primato di Mattia Perin per numero di parate (66 secondo le statistiche della Lega di A), davanti a Rafael del Verona. Il portiere del Genoa però, dal sito ufficiale del club, non si scompone più di tanto e non perde la sua concretezza: «Fa piacere però tengo i piedi per terra. Penso solo a lavorare e migliorarmi ogni giorno, con due super preparatori come Scarpi e Spinelli e il gruppo dei nostri portieri: Albano, Antonio e Lukas. Una famiglia unita».

Continua qui

martedì 3 dicembre 2013

Lodi, ultima chiamata a Cagliari. E a gennaio arriverà un esterno

Lo dice chiaro, Gasperini: "La partita col Torino mi serviva per capire in maniera chiara quali sono le nostre potenzialità ". Il pareggio ha riportato il Genoa tra gli umani: "Abbiamo dietro di noi squadre dai grandi valori tecnici come il Milan, la Lazio e lo stesso Torino. Ma credo che sia molto più saggio fare il nostro campionato su altri avversari. Questo è un campionato molto equilibrato e rischi di stare sempre sull'ascensore: ci vuole un attimo a ridiscendere ai piani bassi".

Continua qui

lunedì 2 dicembre 2013

Genoa, il sirtaki di Fetfa

Genova - Il metro è di 4/4, con andamento crescente, e la battuta viene modificata in 2/4 nelle parti più veloci. Tecnica del sirtaki. Versione col pallone, esegue Ioannis Fetfatzidis. Un metro e 64, questa è l’altezza, baricentro bassissimo per eseguire la danza greca. A ritmo crescente come Zorba, ne sanno qualcosa Vives e Glik. Ne sa qualcosa Biondini, servito per l’1-1 al Torino.

Continua qui 

LA GAZZETTA DEL LUNEDI’. Genoa già ok. Ecco le mosse per decollare

sabato 30 novembre 2013

Genoa-Torino 1-1, gol di El Kaddouri e Biondini: Marassi tabù per i granata

Granata in vantaggio con un tiro di Farnerud deviato dal trequartista, nella ripresa Fetfatzidis regala l'assist del pari al mediano. Perin decisivo su Cerci e Immobile.

Due gol, uno per parte. Due pali, uno per parte. E due punti, solo uno a testa. Genoa-Torino avrebbe meritato una revisione in via del tutto eccezionale del regolamento: raramente in Serie A si vedono partite tra due squadre di media classifica che giocano con coraggio, piuttosto che per non prenderle. Finisce 1-1 (a segno El Kaddouri e Biondini) e forse Ventura ha qualche rimpianto in più di Gasperini, perché la rete l'aveva trovata prima e l'ha sfiorata anche dopo il pari. Invece Marassi rossoblù resta un tabù per i granata che qui non vincono da 32 anni e stavolta falliscono l'aggancio in classifica al Grifone, settimo a quota 19.

L'esultanza di Biondini e Gilardino. Ansa
L'esultanza di Biondini e Gilardino. Ansa

Continua qui 

Promossi&bocciati: Perin decisivo, Portanova confuso, Biondini gregario in paradiso

Genoa-Torino/Serata storta, pareggio importante 

Giampiero Ventura: "Ottima prestazione contro una grande squadra"

Genoa-Torino 1-1 gol e azioni della partita

 

GENOA-TORINO

Genoa: Gasperini dovrebbe affidarsi al 3-4-3, il modulo delle gare casalinghe. Portanova guiderà la difesa con Antonini a destra e Marchese a sinistra. L'ex Catania prenderà il posto di Manfredini squalificato. In caso di difesa a quattro, è pronto Gamberini. Linea mediana composta da Vrsaljko, Biondini (favorito su Cofie), Matuzalem e Antonelli. Ballottaggio Santana- Fetfatzidis per un posto in attacco al fianco di Gilardino e Kucka. Il nazionale slovacco torna titolare dopo l'infortunio che lo aveva messo ko prima della gara contro il Milan. Indisponibili Sturaro e Manfredini. (Francesco Gambaro)
Torino: Ventura deve fare a meno soltanto dello squalificato D’Ambrosio e degli infortunati Larrondo e Rodriguez. Il tecnico granata sembra intenzionato a riproporre il modulo con il trequartista alle spalle delle due punte, proprio come avvenuto domenica scorsa contro il Catania. 3-4-1-2, quindi, con la probabile conferma di El Kaddouri dietro alla coppia gol composta da Cerci e Immobile

Fonte

giovedì 28 novembre 2013

Il Genoa sogna la vittoria numero 500

Genova - Fiat 500, non nel senso dell’auto. Religione del pallone e sia fatta la 500esima vittoria rossoblù. È l’obiettivo del Genoa che aspetta il Torino, sabato al Ferraris alle 20.45. S’intende a girone unico, altrimenti s’andrebbe ben più su, per il club più antico d’Italia. Comunque, nell’anno del 120o compleanno, voglia anche di far al più presto cifra tonda di successi. Lo ricorda Francelino Matuzalem: «C’è un obiettivo che ci piacerebbe centrare ed è la 500a vittoria del Genoa in serie A nel girone unico». Il 26 ottobre 2011, grazie alla vittoria per 2-1 sulla Roma, il Grifone aveva superato quota 1.000 punti nelle partite casalinghe di serie A (sempre a girone unico). E adesso il traguardo delle 500 è anche stimolo per mettere nel salvadanaio altri punti, confermando che il Ferraris è tornato bunker: con Gian Piero Gasperini di nuovo sulla panchina rossoblù, finora 3 successi su 3 partite, contro Chievo, Parma e Verona. Ora c’è il Torino, sfida dal sapore d’altri tempi, per fare insieme 4 e 500.

Continua qui

sabato 23 novembre 2013

Impresa Genoa, 1-1 a S. Siro Resiste in dieci per un'ora

Botta e risposta a inizio partita: al 3' Kakà sfrutta un lancio in verticale di De Jong e al 7' Gilardino pareggia su rigore per fallo di Emanuelson su Vrsaljko. Al  36' Perin respinge il penalty di Balotelli concesso per fallo di Manfredini, espulso. Nella ripresa i rossoblù reggono al pressing del Milan che sbaglia molte occasioni ed è anche fermati dall'ottimo portiere del Grifone.

La cronaca del match

Fonte foto

Milan-Genoa 1-1: gol di Kakà e Gilardino su rigore, Balo sbaglia dagli 11 metri

PERIN: «Non è facile parare un rigore a Balotelli»

GILARDINO: «Siamo stati grandi»

Promossi&bocciati: Perin vola, Antonini scatenato, Gila timbra il cartellino

Eccezzziunale veramente!

Milan-Genoa 1-1, Gasperini: "Un punto d'oro"

La sintesi video

 

Milan - Genoa, formazioni ufficiali


MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Emanuelson; Poli, De Jong, Muntari; Kakà, Matri, Balotelli. A disposizione: Gabriel, Coppola, Bonera, Silvestre, Constant, Cristante, Saponara, Birsa, Niang, Robinho. All. Allegri.

GENOA (3-4-3): Perin; Antonini, Portanova, Manfredini; Vrsaljko, Matuzalem, Biondini, Sampirisi; Fetfatzidis, Gilardino, Antonelli. A disposizione: Bizzarri, De Maio, Gamberini, Bertolacci, Marchese, Lodi, Cofie, Centurion, Stoian, Calaiò, Santana, Konate. All. Gasperini.

Stasera a San Siro c'è Milan-Genoa, Gasp con la novità Sampirisi

Genova - Genoa in campo stasera alle 20.45 a San Siro contro il Milan per cercare un'impresa che avrebbe il profumo d'Europa.

Gasperini conferma il 3-4-3 con la novità Sampirisi e Antonelli nel reparto avanzato pronto a sostituire Kucka.
Questo il probabile undici rossoblù (3-4-3): Perin; Antonini, Portanova, Manfredini; Vrsaljko, Matuzalem, Biondini, Sampirisi; Fetfatzidis, Gilardino, Antonelli.

Fonte

venerdì 22 novembre 2013

Gasperini: "A Milano non snatureremo il nostro gioco". Kucka non convocato

Non mi lascio ingannare dalla classifica del Milan, la loro posizione è sorprendente ma chi ha visto le partite conosce la forza della squadra. Sono queste le parole di Gianpiero Gasperini alla vigilia della trasferta di Milano: "L'avversario nel calcio ha la sua importanza, a San Siro applicheremo qualche accorgimento per cercare di fermare i rossoneri ma di certo non snatureremo il nostro gioco.Dobbiamo ripetere la prestazione dell'Olimpico e sperare che i nostri avversari abbiano la testa rivolta alla Champions. Kucka non sarà convocato, Gilardino sta facendo bene e Santana è a disposizione. Balotelli? Cercheremo di limitarlo, la sua stagione è stata condizionata dalla squalifica"- ha concluso il tecnico.

Fonte

giovedì 21 novembre 2013

Milan-Genoa, Kucka e Matuzalem ci saranno

Genova - Squadra in campo subito dopo pranzo, ieri al Signorini. Con triplice sorriso. Primo, si va sul terreno principale per approfondire la tattica anti-Milan, nella pratica dopo la mattinata passata a studiare i rossoneri in sala video, come a causa della pioggia la formazione di Gasperini non aveva potuto fare nei due giorni precedenti. E, soprattutto, tra i giocatori che entrano sul terreno di gioco, c’è Matuzalem in gruppo, con scarpe da calcio, arruolato dopo l’avvicinamento con lavoro atletico di inizio settimana.

Continua qui 

Antonelli e Criscito: intreccio di mercato tra Genoa e Napoli

domenica 17 novembre 2013

Genoa, Gasperini: "Sul podio con la super difesa. È un nuovo ciclo"

Da quando è tornato, solo Juve e Roma hanno fatto più punti. "E possiamo crescere ancora"

Un numero può essere un'illusione o una prova. Dipende da come lo guardi. Gian Piero Gasperini osserva i numeri con curiosità e disincanto. Li studia ma non si fa ingannare: è questa la sua forza. Lui alla guida del Genoa è scattato come una Formula 1: 6 partite, 13 punti, media 2,17 a gara, come Montella e la Fiorentina. Meglio in questo periodo hanno fatto solo Garcia e Conte con Roma e Juventus. "Bello - commenta sorridendo -, fosse una statistica fatta su 18 partite invece che su 6 sarebbe meglio. Ma già così... Non era semplice. Arrivare a Genova a stagione in corso nascondeva mille trappole. Subentrare poteva essere un'incognita, invece non poteva andare meglio". 


Continua qui

sabato 16 novembre 2013

Genoa Locarno, 5 - 1

Genova - Secondo test rossoblù nella settimana di sosta del campionato, dopo il 7-0 al Vado giovedì al Signorini. Il Genoa al Ferraris affronta il Locarno, terz’ultimo nella serie B svizzera.

Continua qui

domenica 10 novembre 2013

Calcio. Serie A: Genoa batte Verona 2-0, Portanova e Kucka firmano il tris

Sblocca Portanova, raddoppia Kucka: per i rossoblù di Gasperini è il terzo successo consecutivo. Nel finale un palo di Toni.

Daniele Portanova, autore dell'1-0, festeggiato dai compagni. LaPresse
Daniele Portanova, autore dell'1-0, festeggiato dai compagni. LaPresse
Tre vittorie di fila del Genoa non si vedevano da più di tre anni. E' l'effetto della cura Gasperini, che come nella stagione 2008-2009 centra con i rossoblù il terzo successo consecutivo ai danni del Verona: di Portanova al 29' e Kucka al 35' le reti, poi nella ripresa un palo di Toni e due grandi interventi di Perin spengono le speranze di rimonta dei veneti. Con questo successo, il Genoa si porta a quota 17 punti, settimo posto solitario in attesa che giochi la Lazio.

GENOA-VERONA - Formazioni ufficiali

GENOA (3-4-3): 1 Perin; 3 Antonini, 90 Portanova, 21 Manfredini; 20 Vrsaljko, 14 Cofie, 27 Matuzalem, 13 Antonelli; 33 Kucka, 11 Gilardino, 18 Fetfatzidis. Allenatore: Gian Piero Gasperini. In panchina: 53 Bizzarri, 2 Sampirisi, 4 De Maio, 8 Biondini, 9 Stoian, 10 Lodi, 15 Marchese, 16 Calaiò, 26 Centurion, 69 Sturaro, 77 Konate, 91 Bertolacci.

HELLAS VERONA (4-3-3): 1 Rafael; 29 Cacciatore, 23 Gonzalez, 22 Maietta, 33 Agostini; 2 Romulo, 19 Jorginho, 10 Hallfredsson; 15 Iturbe, 9 Toni, 11 Jankovic. Allenatore: Andrea Mandorlini. In panchina: 31 Mihaylov, 3 Albertazzi, 4 Laner, 5 Donati, 6 Martinho, 7 Longo, 8 Cacia, 13 Bianchetti, 18 Moras, 25 Marques, 26 Sala, 30 Donadel.

Fonte

Gasperini: "Tre punti sarebbero fondamentali. Fetfa? Ci sto pensando"



Genova - Alla vigilia della sfida contro il Verona Gianpiero Gasperini fa il punto innanzitutto sulle condizioni dei suoi giocatori:
"Lodi, Vresaljiko e Calaiò stanno bene. Con Calaiò abbiamo più soluzioni offensive, è un buon recupero".
Avversario tosto il Verona: "Bene i numeri parlano chiaro con 7 vittorie: hanno entusiasmo, sarà dura. E Toni è un giocatore improtante: qui partì molto bene poi fu sfortunato".

Continua qui

mercoledì 6 novembre 2013

Il Genoa ricorda Gianluca Signorini

«11 anni fa ci ha lasciato il nostro Capitano! Signorini sempre nel cuore!». Il Genoa ha ricordato sul proprio profilo Twitter Gianluca Signorini, il Capitano dei capitani, ucciso dalla Sla. Il club rossoblu invita i tifosi a lasciare sul social network il proprio ricordo su Gianluca usando l'hashtag #forzagrifo.

Fonte

martedì 5 novembre 2013

(S)Visti da lontano – Mattia Perin, una storia genoana

La rinascita del Genoa ha il volto sbarazzino e “beccio” di Mattia Perin, solo ventuno anni domenica prossima, ma già una vita da genoano. Ci piace ricordare a tutti la storia di questo ragazzino, considerato il nuovo Buffon ai tempi dello scudetto del Genoa Primavera, declassato a bidone dopo la partita contro la Fiorentina. Mattia Perin è una storia genoana.

Continua qui 

Ipotesi scambio Lodi-Ilicic tra Genoa e Fiorentina

lunedì 4 novembre 2013

Genoa, ora Gasp vuole il tris col Verona: domani via alla prevendita

Genova - Sull’onda dell’entusiasmo per la striscia positiva di risultati, partirà domattina (ore 10) la prevendita per la prossima partita casalinga del Genoa con il Verona, in calendario domenica alle 12.30.

Continua qui

domenica 3 novembre 2013

Lazio-Genoa 0-2, Kucka e Gilardino affondano i biancocelesti

La squadra di Petkovic ripiomba nella crisi. Il k.o. matura nella ripresa con il diagonale dello slovacco e la rete di Gila dal dischetto. Per Gasperini sono 10 punti nelle ultime 5 gare.

L’esultanza di Gilardino dopo il 2-0. Ap
L’esultanza di Gilardino dopo il 2-0. Ap
La cura Gasperini fa volare il Genoa. Col nuovo-vecchio allenatore i rossoblù non sbagliano più un colpo (dieci punti in cinque partite). Passano anche all’Olimpico, nonostante le numerose assenze, con una vittoria chirurgica. Nel primo tempo fanno sfogare la Lazio, concedendole però solo il minimo indispensabile. Poi nella ripresa mettono le mani sulla partita e la portano a casa con l’uno-due di Kucka e Gilardino. Torna invece in piena crisi la Lazio. Che per la prima volta in questo campionato cade in casa, dove finora aveva tenuto un rendimento da primi posti (quattro vittorie e un pareggio). Fatali per Petkovic le tante assenze (alla fine dà forfeit pure Hernanes per un problema muscolare), ma i biancocelesti pagano pure per la pochezza di idee e la fragilità difensiva.

Continua qui

Promossi&bocciati: Perin determinante, Fetfa epico, Gila supera "Bonimba"

Lazio-Genoa 0-2

Lazio-Genoa 0-2: video highlights e tabellino

Gasperini: “La nostra gara migliore”

IL SECOLO XIX - Prove di volo

«Ai cento all'ora anche all'Olimpico». Il Secolo XIX riporta la "direttiva" di Gasperini per il Genoa per la gara di oggi contro la Lazio a Roma. «Dobbiamo trovare maggiore frequenza nei gol in trasferta» prosegue il tecnico rossoblu che ha la tentazione di inserire il giovane Sturaro a centrocampo che dovrebbe giocare assieme a Matuzalem. Fetfatzidis dovrebbe essere confermato in attacco assieme a Gilardino.

PROBABILI FORMAZIONI DE IL SECOLO XIX

LAZIO (4-3-3): 22 Marchetti; 39 Cavanda, 2 Ciani, 24 Ledesma, 17 Peirerinha; 15 Gonzalez, 23 Onazi, 8 Hernanes; 87 Candreva, 11 Klose, 7 Anderson. Allenatore: Vladimir Petkovic. In panchina: 1 Berisha, 95 Strakosha, 34 Perea, 26 Radu, 28 Vinicius, 16 Elez, 14 Keita, 99 Floccari, 10 Ederson

GENOA (3-5-2): 1 Perin; 3 Antonini, 90 Portanova, 15 Marchese; 8 Biondini, 69 Sturaro, 27 Matuzalem, 13 Antonelli; 18 Fetfatzidis, 11 Gilardino, 33 Kucka. Allenatore: Gian Piero Gasperini. In panchina: 53 Bizzarri, 32 Donnarumma, 2 Sampirisi, 21 Manfredini, 4 De Maio, 26 Centurion, 78 Tozser, 91 Bertolacci, 14 Cofie, 9 Stoian, 77 Konatè
Arbitro: Tommasi di Bassano del Grappa. Assistenti: Stallone e Giachero. Quarto uomo Tasso. Arbitri di porta: Guida e Baracani

Fonte

sabato 2 novembre 2013

***LODI SALTA LA LAZIO PER RISENTIMENTO MUSCOLARE. CONVOCATI MATUZALEM E TOZSER***

Brutta sorpresa per Gian Piero Gasperini al termine della rifinitura. Francesco Lodi non è stato inserito nella lista dei convocati per la gara di domani alle 15:00 a Roma contro la Lazio a causa di un risentimento muscolare. Indisponibili anche Gamberini, Vrsaljko, Santana e Calaiò. Convocati invece Matuzalem che ha superato l'affaticamento e, come già preannunciato da Gasp, Tozser.

Continua qui

giovedì 31 ottobre 2013

Serie A, Genoa-Parma 1-0 Gilardino, prima sbaglia il rigore poi fa il gol partita

Decisivo l'attaccante di Gasperini, che prima fallisce dagli 11 metri, poi si fa perdonare con un colpo di testa vincente. La squadra di Donadoni protesta per una rete annullata a Mesbah.

Fa tutto lui: Alberto Gilardino prima sbaglia un rigore, poi sfodera uno dei suoi colpi di testa e firma la vittoria. Il Genoa, con il suo attaccante, trova il successo per 1-0 contro un Parma che recrimina per una rete annullata per fuorigioco a Mesbah nella ripresa.
che errore, gila! — Pronti via e al 1’ subito rigore per il Genoa per un intervento di Benalouane su Fetfatzidis, in avanti con Gilardino e Bertolacci. Il Parma protesta, ma non ce n’è. Gila va sul dischetto: ne esce un tiraccio troppo centrale e Mirante chiude la porta. Insomma, succede di tutto ma in fin dei conti non succede nulla. 

Continua qui 

 

  Genoa-Parma 1-0, tre punti d’oro

Promossi&bocciati: Antonini sicurezza, Matuzalem trattore, Gila spietato

Gol show, il meglio della A

 

mercoledì 30 ottobre 2013

***LODI ESCLUSO DAI CONVOCATI CONTRO IL PARMA***

La lista dei convocati del Genoa contro il Parma ha un escluso eccellente: Francesco Lodi. Le dichiarazioni rilasciate oggi in conferenza stampa dal tecnico Gian Piero Gasperini avevano lasciato già intravedere la possibile esclusione del regista: «Non c'entra nulla il modulo probabilmente deve riuscire a ritrovare la tranquillità e la serenità: lo può fare anche qualche volta non giocando. Ci sono tanti giocatori in quel ruolo. Ciò vale sia per lui come per altri: non ci sono troppi crediti per nessuno». Dunque sarà molto probabilmente Matuzalem il regista titolare nella gara di domani sera al Ferraris.

Continua qui 

Formazioni ufficiali

domenica 27 ottobre 2013

Juventus-Genoa 2-0

Genova -A Torino la sfida con i bianconeri si conclude con due gol degli juventini e la sconfitta dei rossoblù di Gasperini. Prima rete segnata da Vidal dopo la concessione di un calcio di rigore da parte del signor Doveri di Roma. Poi sigla la vittoria della Juve Tevez al 36’. Uomo partita del Genoa sicuramente Perin che ha parato gran parte dei tiri di quello che è stato un vero assalto da parte degli attaccanti di Conte.

Continua qui 

Juventus-Genoa 2-0: Vidal su rigore e Tevez chiudono i conti nel primo tempo

Moviola

 Doveri di Roma
Protesta la Juve in avvio per le cadute di Pogba e Tevez: non c’è nulla ed è giusto ammonire l’argentino per simulazione. Il rigore è concesso poco dopo per il fallo di Biondini su Asamoah: lo sgambetto c’è tutto, ma avviene pochi centimetri fuori area. Difficile da vedere a velocità normale anche se Doveri non è distante. Nella ripresa atro giallo per simulazione: lo subisce Fetfatzidis (giusto). Nel finale, però, non fischiate due punizioni al greco, soprattutto una il fallo di Bonucci proprio sotto gli occhi dell’arbitro.

Fonte 

Promossi&bocciati: Perin fa gli straordinari, Kucka disastroso, Gila ingiudicabile


Tmw: le probabili formazioni di Juventus-Genoa

Dopo le sconfitte contro la Fiorentina e il Real Madrid la Juventus vuole ritrovare la vittoria e riprendere il suo cammino all'inseguimento della Roma capolista. Per farlo i bianconeri dovranno superare l'esame Genoa, squadra ritrovata con il ritorno di Gian Piero Gasperini sulla panchina. I rossoblu infatti hanno conquistato quattro punti in due partite risollevandosi in classifica. Ora il grifone va alla caccia della continuità, ma non sarà facile contro una Juventus imbattuta in casa e ferita da due sconfitte brucianti a pochi giorni di distanza.
La Juventus lavora per ritrovare la solidità difensiva perduta e in questo senso va letto il tentativo del tecnico Conte di varare la difesa a quattro - usata raramente nelle ultime due stagioni - per dare più copertura alla porta di Buffon e invertire una rotta preoccupante testimoniata dai 10 gol subiti fin qui in campionato. Il Genoa invece sta cercando la quadratura del cerchio in attacco dove il solo Gilardino è sicuro del posto. Gasperini sta infatti cercando le ali giuste per accompagnarlo nel compito di scardinare le difesa avversarie.
COME ARRIVA LA JUVENTUS: I bianconeri dovrebbero tornare alla difesa a tre con Isla, favorito su Caceres, esterno destro di centrocampo e Asamoah sulla corsia opposta. In mezzo turno di riposo per Marchisio con Pogba e Vidal mezzali al fianco di Pirlo. In avanti si va verso la conferma del tandem Tevez-Llorente viste anche le indisponibilità di Quagliarella e Vucinic.
COME ARRIVA IL GENOA: Gasperini conferma la difesa a tre con Antonini centrale di destra. Una difesa che potrebbe diventare anche a quattro con l'arretramento di Marchese sulla linea dei difensori. A centrocampo Lodi favorito su Bertolacci per affiancare Biondini, con Vrsaljko e appunto Marchese esterni. In avanti Kucka e Antonelli esterni nel tridente che vede Gilardino confermatissimo al centro. Non è però escluso, visti gli uomini in campo, che i rossoblu si schierino in fase difensiva con un più prudente 4-5-1.

PROBABILI FORMAZIONI
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Isla, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez, Llorente. Allenatore: Antonio Conte. In panchina: Storari (port), Rubinho (port), Caceres, Ogbonna, Marchisio, De Ceglie, Giovinco, Peluso, Motta, Padoin

GENOA (3-4-3): Perin; Antonini, Portanova, Manfredini; Vrsaljko, Lodi, Biondini, Marchese; Kucka, Gilardino, Antonelli. Allenatore: Gian Piero Gasperini. In panchina: Bizzarri (port), Donnarumma (port), Gamberini, Sampirisi, De Maio, Cofie, Sturaro, Fetfatzidis, Centurion, Stoian, Konatè, Bertolacci

Fonte

sabato 26 ottobre 2013

***MATUZALEM ESCLUSO DAI CONVOCATI PER TORINO***

Matuzalem non rientrerà nella lista dei convocati per Torino che sarà pubblicata tra pochi minuti. L'episodio del fermo per guida in stato di ebbrezza del centrocampista del Genoa ha convinto Gasperini a escluderlo per la sfida contro la Juventus di domani pomeriggio.

Continua qui

martedì 22 ottobre 2013

(S)Visti da lontano – Nuovo Genoa, vecchio Gasp, ma idee molto chiare

Nuovo Genoa Vecchio Gasperini. Il Mister potrà avere tanti difetti, ma ha il pregio di avere le idee chiare. E il Genoa quindi riparte (avete dubbi?) lungo la strada dal 3-4-3 puro e duro vero del nuovo vecchio tecnico rossoblù.
E il Mister ha già fatto delle scelte, per lasciare intende chi giocherà, almeno sino alla rivoluzione di gennaio, in questo Grifone di lotta e salvezza.

Continua qui

domenica 20 ottobre 2013

Genoa-Chievo 2-1, ci pensa Gilardino per la festa di Gasperini

Bel ritorno a Marassi del tecnico rossoblù. Doppietta della punta di Biella: prima gran gol d testa, poi un rilancio di Bentivoglio gli sbatte in faccia ed entra. Lo stesso Bentivoglio che aveva pareggiato con un contropiede micidiale. Veronesi affondati, salta Sannino?

Il gran gol di Gilardino per l'1-0 del Genoa. LaPresse
Il gran gol di Gilardino per l'1-0 del Genoa. LaPresse
Gilardino mette la faccia nel successo del Genoa e non in senso figurato. Il centravanti rossoblù realizza la rete decisiva colpendo la sfera con il viso, sulla respinta disperata di Bentivoglio dopo una conclusione al volo di Marchese in mischia. L'episodio è determinante, perché arriva nel momento più complicato per il Genoa, poco dopo che il Chievo aveva pareggiato la rete iniziale di Gilardino, gran colpo di testa su cross di Marchese, con Bentivoglio freddo e determinato nel battere Perin su assist di Paloschi favorito da uno svarione di Biondini. La faccia di Gilardino e il piede di Marchese, protagonista in entrambe le azioni da gol e sempre lucido e solido sulla fascia sinistra, siglano comunque un successo meritato, anche se il Genoa non è apparso particolarmente brillante.

Continua qui

Genoa, Gasperini: "Gilardino grandissimo"

Alberto Gilardino: «Contento per la prestazione. Dedico i miei gol ai tifosi»

Promossi&bocciati: Antonini impeccabile, Marchese rampante, Gila ci mette la faccia

Torna il gioco sulle fasce e il Grifone centra la vittoria

 

I quattro dubbi di Gasperini contro il Chievo

Gasperini non ha ancora sciolto i dubbi per alcuni ruoli. Sono ancora 7 i giocatori che hanno la certezza di scendere in campo domani dal primo minuto contro il Chievo: Perin, Antonini, Portanova, Manfredini in difesa, Vrsaliko sull'esterno di destra a centrocampo, Santana e Gilardino in attacco. L'infortunio a Matuzalem apre la strada per la cabina di regia a Lodi: probabile l'utilizzo di quest'ultimo con Biondini.

Continua qui

venerdì 18 ottobre 2013

Cofie, il sorriso ritrovato

Genova - «Mi chiamo Isaac, colui che sorride. La scelta dei miei genitori è stata profetica, bisogna affrontare la vita con il sorriso. Bisogna essere felici dentro per affrontare la fatica e il lavoro». La stretta di mano di Isaac Cofie, nato 22 anni fa ad Accra è un sorriso che conquista e travolge. Il sorriso di chi è nato e cresciuto in maglia rossoblù e ha avuto la possibilità di tornare a vestire quella maglia dopo qualche anno di gavetta in giro per l'Italia. Il sorriso di chi ha ritrovato Gian Piero Gasperini, il tecnico che lo ha fatto esordire in serie A.

Continua qui

lunedì 14 ottobre 2013

GASPERINI torna al Tempio: «Non potrò mai scordare l’applauso dei tifosi di un anno fa»

«Non potrò mai scordare l’applauso che i tifosi mi dedicarono un anno fa, quando entrai in campo prima del match Genoa-Palermo. E’ stata la più bella soddisfazione della mia carriera». Gian Piero Gasperini affida al sito ufficiale del Grifone un ricordo indimenticabile per lui: per l'occasione abbiamo inserito la foto di quando entrò in campo tra i tantissimi applausi del pubblico. Gasp domenica contro il Chievo tornerà a sedersi al Tempio sulla panchina della squadra più antica d’Italia.

Continua qui

venerdì 11 ottobre 2013

Stoian: «Puntiamo sul gruppo»

Genova - «Solo col gruppo possiamo raggiungere una salvezza tranquilla, il mister ce lo dice sempre e ha ragione. Già col Catania abbiamo dimostrato di poter essere una squadra unita, ora dobbiamo continuare così». A parlare è Adrian Stoian, 22 anni, uno dei protagonisti nella trasferta siciliana: dal suo piede è partito il cross che Legrottaglie ha deviato nella propria porta per il pareggio del Grifone. Giocatore offensivo che ama giocare sulle fasce, il giovane romeno cerca di convincere Gasperini: «La sosta arriva nel momento ideale per capire il gioco che vuole il mister e per aiutarlo a conoscere meglio i giocatori a disposizione. Il suo è un modulo basato sugli esterni, ci chiede tanto palleggio e di sfruttare le fasce».

Continua qui

domenica 6 ottobre 2013

Catania-Genoa 1-1, reti di Barrientos e autorete di Legrottaglie

Il Gasperini-bis inizia con un pareggio: siciliani in vantaggio fino a 3' dalla fine, quando Gilardino propizia l'errore del difensore. L'ex Lodi non graffia

Un’autorete di Legrottaglie a 3’ dal 90’ costringe al Catania al pareggio per 1-1 contro il Genoa del rientrante Gasperini. Inutile il vantaggio a inizio ripresa di Barrientos, al quarto gol stagionale, dopo la traversa di Castro. L’ex Lodi non graffia tra i fischi.

 

Continua qui 

GASPERINI: «Peccato per il gol subito, avevamo la freschezza per il colpaccio»

Promossi&bocciati: Portanova perfetto, Lodi da recuperare, Stoian entra e incide

SAMPIRISI: «Il mister mi ha dato la carica per affrontare il nuovo ruolo»

Gasperini ha osato ed è stato premiato

Catania - Genoa, formazioni ufficiali

FORMAZIONI UFFICIALI

CATANIA (4-3-3): 21 Andujar, 22 Alvarez, 14 Bellusci, 6 Legrottaglie, 34 Biraghi; 7 Tachtsidis, 4 Almiron, 8 Plasil, 28 Barrientos, 9 Bergessio, 19 Castro. Allenatore: Maran In panchina:1 Frison, 34 Ficara, 5 Rolin, 33 Capuano, 18 Monzón, 13 Izco,17 Guarente, 20 Freire, 23 Boateng, 11 Leto, 40 Petkovic

GENOA (3-4-3): 1 Perin; 3 Antonini, 90 Portanova, 21 Manfredini; 20 Vrsaljko; 10 Lodi, 27 Matuzalem, 2 Sampirisi; 17 Santana, 11 Gilardino, 33 Kucka. Allenatore: Gian Piero Gasperini. In panchina: 53 Bizzarri, 32 Donnarumma, 5 Gamberini, 4 De Maio, 18 Fetfatzidis, 14 Cofie, 69 Sturaro, 26 Centurion, 9 Stoian, 16 Calaiò, 77 Konate, 91 Bertolacci, 

Fonte

venerdì 4 ottobre 2013

Genoa, Gasperini: "Perin titolare"

Penultimo allenamento a porte chiuse per i rossoblù in vista della trasferta di Catania. Cofie ha smaltito i postumi dell'influenza ed è tornato in gruppo. Qualche problema per Biondini alle prese con un affaticamento muscolare che sarà valutato meglio domani. Indisponibili Marchese e Antonelli che torneranno in campo dopo la sosta. Gasperini sembra orientato verso il 3-4-3. Antonini, Portanova e Manfredini in difesa; Vrsaljko, Lodi, Matuzalem e Sampirisi in mezzo; Santana, Gilardino e Kucka davanti. L'unico dubbio è legato al ruolo di Kucka che potrebbe giocare a centrocampo al posto di Matuzalem con Stoian nel tridente. “Ho trovato grande disponibilità da parte dei giocatori e questo mi fa ben sperare. Sono soddisfatto di questi primi quattro allenamenti e sono molto più fiducioso di lunedì.

Continua qui

lunedì 30 settembre 2013

Genoa, iniziato il “Gasp” bis

Genova - Dopo l'annuncio ufficiale di ieri , la nuova era Gasperini è iniziata anche sul campo, con il primo allenamento agli ordini del tecnico di Grugliasco. Gasperini e la squadra sono entrati sul terreno di gioco del "Signorini" alle 14.55 con l'allenatore accolto dall'applauso dei tanti tifosi del Genoa arrivati a Pegli per salutare il suo ritorno dopo tre anni.

Continua qui

domenica 29 settembre 2013

***ACCORDO CONCLUSO PER GASPERINI AL GENOA***

Gasperini-Genoa, matrimonio concluso. Secondo Gianluca Di Marzio il tecnico ha stretto un'«intesa annuale, con opzione biennale in caso di salvezza. Un accordo, però, che va oltre gli aspetti economici. Gasperini infatti ha chiesto a Preziosi di sfoltire la rosa a gennaio. Inoltre, l’ex Palermo vorrà anche incidere sulle future scelte che verranno prese». Su Gianlucadimarzio.com si sottolinea che «il ribaltone non riguarda soltanto la panchina. Sì, perché dal Genoa va via anche il direttore sportivo Daniele Delli Carri. Al suo posto, Preziosi preme per Capozucca ma c’è anche l’ipotesi Rino Foschi. Con Gasperini allenatore».

Fonte 

Gasperini-Preziosi, fumata bianca

"Matrimonio" triennale per Gasperini col Genoa

Bentornato mister!

 

sabato 28 settembre 2013

Genoa-Napoli 0-2, doppietta di Pandev: notte in vetta per Benitez, Liverani rischia

Riscattato il pari col Sassuolo: azzurri di nuovo al comando in attesa di Roma-Bologna. Stavolta il turnover funziona: il macedone si sblocca, risultato già in cassaforte con Hamsik e Higuain in panchina in vista della gara di Champions con l'Arsenal 

Il Napoli brilla anche senza le sue stelle. Fuori Hamsik e Higuain, tenuti a riposo in vista dell'impegno di Champions di martedì contro l'Arsenal, gli azzurri superano 2-0 il Genoa grazie a una doppietta di Goran Pandev nel primo tempo e dimenticano il mezzo passo falso di mercoledì (pari interno con il Sassuolo). Il turnover di Benitez funziona, dunque, e i partenopei tornano al comando almeno per una notte, a quota 16, in attesa del posticipo di domenica sera tra Roma e Bologna. Liguri allo sbando: sullo 0-2 l'ingresso di Stoian dà vivacità alla manovra, bocciato (definitivamente?) il 3-5-2 che Liverani ha proposto per la quarta gara di fila. E ora il tecnico rischia.

Continua qui 

Genoa-Napoli 0-2

Promossi&bocciati - De Maio ci prova, Fetfa dà la scossa, Calaiò non si vede

 

GENOA-NAPOLI - Formazioni ufficiali

Il Genoa compie il suo ingresso in campo per il consueto riscaldamento. Kucka torna tra gli undici titolari al posto di un Lodi apparso non lucidissimo nelle ultime uscite.Nel Napoli, prima da titolare per Duvan Zapata, scelto da Benitez come centravanti al posto del Pipita Higuain, oggi in panchina.
Ecco le formazioni delle due squadre:

GENOA (3-5-2): Perin; Gamberini, Portanova, De Maio; Vrsaljko, Biondini, Matuzalem, Kucka, Antonini; Calaiò, Gilardino. Allenatore: Fabio Liverani. In panchina: Bizzarri, Donnarumma, Sampirisi, Cofie, Stoian, Konate, Centurion, Santana, Lodi, Sokoli, Sturaro, Fetfatzidis.

NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Mesto, Britos, Albiol, Zuniga; Inler, Behrami; Insigne, Pandev, Callejòn; Duvan Zapata. Allenatore: Rafa Benitez. In panchina: Rafael, Colombo, Cannavaro, Armero, Fernandez, Dzemaili, Radosevic, Mertens, Hamsik, Higuain.
Arbitro: Damato di Barletta. Assistenti: Nicoletti e Longo. Quarto uomo: Bianchi. Arbitri di porta: Rizzoli e Valeri.

Continua qui

mercoledì 25 settembre 2013

Udinese-Genoa 1-0: tira Di Natale... stacco vincente di Calaiò. Guidolin risale

Nell'anticipo della quinta di A i friulani battono i rossoblù 1-0 grazie ad una punizione velenosa del capitano mandata di testa in tuffo dalla punta appena entrata in campo.

E' servito un tuffo di testa di... Calaiò per togliere le castagne dal fuoco a Guidolin e alla sua Udinese un po' attapirata degli ultimi tempi. Un gol cercato disperatamente e trovato dal solito capitan Di Natale con la partecipazione (attiva) dello sfortunato attaccante avversario appena entrato e subito decisivo (purtroppo per lui, negativamente). E così in coda ad una partita bene o male dominata, i friulani salgono a quota 7 punti lasciando a 4 e ai ricordi post-derby il Genoa di Liverani che invece deve svegliarsi (e subito) per far punti non solo nelle stracittadine...

 

Continua qui 

 

Un Genoa senza né capo né coda

Promossi&bocciati: Lodi smarrito, Bertolacci avulso, Konaté convince

 

 

martedì 24 settembre 2013

Udinese - Genoa, formazioni ufficiali

UDINESE (3-5-2): 30 Kelava, 75 Heurtaux, 5 Danilo, 4 Naldo; 8 Basta, 3 Allan, 7 Badu, 37 Pereyra, 34 Gabriel Silva; 70 Maicosuel, 10 Di Natale. Allenatore: Francesco Guidolin. In panchina: 99 Benussi, 6 Bubnjc, 27 Widmer, 19 Do Santos, 66 Pinzi, 52 Merkel, 21 Lazzari, 32  Fernandes Borges, 13 Ranegie,  17 Lopez, 94 Zielinski, 9 Muriel

GENOA (3-5-2): 1 Perin, 5 Gamberini, 90 Portanova, 4  De Maio; 20 Vrsaljko, 8 Cofie, 10 Lodi, 27 Bertolacci, 3 Antonini; 77 Konate, 11 Gilardino. Allenatore Fabio Liverani, In panchina: 53 Bizzarri, 38 Zima, 58 Bennati, 2 Sampirisi, 26 Centurion, 14 Biondini, 17 Santana, 91 Matuzalem, 18 Fetfatzidis, 44 Sokoli, 9 Stoian, 16 Calaiò

Arbitro. Orsato di Schio. Assistenti: Fiorito e Tasso, quarto uomo Barbirati. Arbitri di porta: Giacomelli e Saia.

Continua qui

Manfredini non ci sarà anche contro il Napoli

Secondo Telenord Tomas Manfredini salterà anche la gara di sabato prossimo con il Napoli. Il difensore del Genoa, sottoposto ad accertamenti, ha subito una lesione di primo grado al soleo del polpaccio destro. Il giocatore non ci saraà neppure stasera Udine a causa della squalifica per una giornata inflitta dal giudice sportivo.

Fonte

domenica 22 settembre 2013

Genoa-Livorno 0-0: poche emozioni, nel recupero gran parata di Bardi

Finisce 0-0 a Marassi: i toscani bloccano la squadra di Liverani, pericolosa solo in due occasioni. Pochissime emozioni

Chi aveva parlato di svolta nella stagione del Genoa dopo la sontuosa vittoria nel derby è stato quantomeno precipitoso.La squadra di Liverani si ferma allo 0-0 a Marassi contro un buon Livorno, che conferma di tenere bene la categoria dopo la sconfitta all'esordio con la Roma.

POCA ROBA — Al Genoa non basta un buon finale, agevolato dall'ingresso di Stoian per un Matuzalem che pare a fine corsa, per centrare la vittoria. Manfredini trova la parte alta della traversa e Coda salva nei pressi della linea su Calaiò, dopo che nel primo tempo i toscani avevano impegnato con un paio di conclusioni da lontano un Perin che pare il Governo Letta, per la poca fiducia che sembra avere in sé stesso. L'occasione più nitida nel recupero: Stoian (ancora lui, in questo Genoa gli va trovata una maglia da titolare) mette una gran palla sulla testa di Calaiò, ma Bardi fa il miracolo.

Continua qui

Reazione tardiva del Grifone intorpidito contro il Livorno

Promossi&bocciati: Lodi senza idee, Gila dimenticato, Stoian illuminante

 

sabato 21 settembre 2013

***I CONVOCATI: OUT KUCKA, DENTRO IL PRIMAVERA BENNATI***

Al termine della rifinitura pomeridiana Fabio Liverani ha emesso la lista dei convocati per la gara di domani al Tempio col Livorno (ore 20.45). Non è stato inserito Kucka: il centrocampista slovacco non ha recuperato in tempo utile dal suo infortunio. Prima convocazione con i “grandi” per il Primavera Bennati, centrocampista classe 1994. Antonelli prosegue la sua riabilitazione. Domenica la squadra riprenderà subito la preparazione in vista dell'impegno infrasettimanale di campionato contro l'Udinese fuori casa previsto martedì prossimo (ore 20.45).

Ecco l'elenco dei convocati: 3 Antonini, 58 Bennati, 91 Bertolacci, 8 Biondini, 53 Bizzarri, 16 Calaiò, 26 Centurion, 14 Cofie, 4 De Maio, 32 Donnarumma, 18 Fetfatzidis, 5 Gamberini, 11 Gilardino, 77 Konate, 10 Lodi, 21 Manfredini, 27 Matuzalem, 1 Perin, 90 Portanova, 2 Sampirisi, 17 Santana, 9, Stoian, 20 Vrsaljko.

Fonte 

Probabili formazioni

lunedì 16 settembre 2013

Il derby fa risorgere il Genoa: Samp travolta.

A Marassi finisce 3-0 per i rossoblù: apre Antonini dopo 8', poi nella ripresa Calaiò e la pennellata di Lodi chiudono i conti. Prima vittoria per il tecnico esordiente in A, Samp quasi mai pericolosa.

Vrsaljko abbraccia Antonini dopo il gol dell'1-0. Ansa
Vrsaljko abbraccia Antonini dopo il gol dell'1-0. Ansa
Il derby è del Genoa, rivitalizzato dagli acquisti degli ultimi giorni di mercato (in gol Antonini e Calaiò all'esordio), che regalano a Liverani il primo successo da tecnico professionista proprio nella sfida più sentita e contro uno dei suoi maestri: Delio Rossi. I rossoblù bloccano il gioco della Sampdoria e sfruttano con grande cinismo ogni occasione per colpire.

Il momento decisivo — Liverani punta sulla mobilità di Biondini, sacrificando Kucka. Delio Rossi, invece, punta sulla potenza di Bjarnason. Il Genoa così a centrocampo concede chili e centimetri, ma può contare su tecnica e rapidità. L'episodio che sblocca la partita arriva proprio dalla reattività di Biondini, che riprende una respinta di Palombo e mette in area un passaggio preciso per Antonini, destro al volo e Da Costa è spacciato e forse pure un po' colpevole. 

 

domenica 15 settembre 2013

Genova, febbre da derby

Genova - «Il derby non è una partita come le altre»: quante volte abbiamo sentito questa frase? Tante, ma forse non sono mai abbastanza. Allenatori che non parlano prima del match, squadre che si preparano a porte chiuse, nel segreto dei centri sportivi, e come se non bastasse ci si mette pure la “spy story”, che scatena sul Web il tam tam degli sfottò. E intanto la tensione sale, perché se perdi un derby è diverso, perché se fallisci la stracittadina sai che devi sorbirti le prese in giro sino alla gara di ritorno.

Continua qui

giovedì 12 settembre 2013

Genoa, tipi da derby

Genova - Ci sono quelli che hanno il derby dentro. Che hanno la faccia giusta. Tosta. Che hanno nella pancia carica e voglia di vincerli. Due gare a parte in una stagione lunga nove mesi. Il Genoa ne può schierare tre di quelli con il derby dentro. Uno, Vrsaljko, giocherà sicuramente, gli altri due invece potrebbero essere le sorprese. Sono i due nuovi acquisti. L’argentino Centurion e il greco Fetfatzidis. Tipi da derby.

Continua qui

sabato 7 settembre 2013

La casa del Grifone

Genova - Se i muri potessero parlare. Però i muri non parlano, dunque, per favore, rassegnatevi. Via Palestro, civico 10, interno 4, storia di un indirizzo. In questo appartamento il 7 settembre 1893 viene firmato l'atto costitutivo del Genoa Cricket and Athletic Club. Sono passati 120 anni, oggi, bisogna rifare un giro da quelle parti.

Bussate e vi sarà aperto. Bussate, perché il campanello non suona un granché. Ah, non c'è nessuna targa, non sul portone, non sulle scale, neppure sulla porta. Nessuno, in questi 120 anni, ha scritto: ecco la prima casa del Genoa. Ma questa, si vedrà, è un'altra storia. Anzi due.

Continua qui 

120 AUGURI AL GRANDE GENOA DA TUTTI NOI

martedì 3 settembre 2013

Gila resta, ecco Calaiò, Bizzarri, Stoian e Fetfatzidis

Genova - Adrian Stoian, Emanuele Calaiò, Ioannis Fetfatzidis, Albano Bizzarri. Ma anche l’ufficializzazione dell’acquisto di Ricardo Centurion e le partenze di Cristobal Jorquera, (direzione Parma), Antonio Floro Flores (direzione Sassuolo) e Felipe Seymour (allo Spezia).

Continua qui

lunedì 2 settembre 2013

La Fiorentina vola, Rossi e Gomez in gol. Male Perin, Genoa distrutto: 2-5

Tre a zero già nel primo tempo, gol e assist per Aquilani: non basta un ottimo Gilardino ai rossoblù. Doppietta per Mario Gomez, il secondo su rigore.

Basta un tempo alla Fiorentina per travolgere (2-5) un Genoa ancora poco lucido e pronto. Montella rivoluziona la squadra, passando dal 3-5-2 al 4-1-3-2 e sorprende Liverani, spazzando via la resistenza rossoblù già nei primi 45 minuti.
copione rodato — Aquilani inventa, Borja Valero riìfinisce, Gomez e Giuseppe Rossi vano a colpire. Il copione è noto, l'antipasto è sorprendente, visto che al tocco di Borja Valero, Gomez, solo, prende il palo e Rossi, sempre solo, manda alto a porta vuota. E' un allarme, e pure rosso, ma il Genoa lo prende come un segno positivo e si butta in avanti. Buon per la Fiorentina che se trova spazi non fa complimenti e azzanna la preda.
voragine rossoblù — Liverani ha dovuto rinunciare a Bertolacci all'ultimo momento, scegliendo il duo Floro Flores-Santana alle spalle di Gilardino. Nessuno rientra nei tempi giusti e Aquilani e Borja Valero trasformano il buco che si crea in una voragine. Il primo gol arriva però su calcio da fermo: angolo di Pizarro, la palla sfila in area e Aquilani, sfuggito a Lodi, deve pure abbassarsi per colpire di testa e fare centro. Il colpo è duro, ma per il Genoa la mazzata arriva due minuti dopo: palla lunga sulla trequarti, Gomez, di testa, appoggia indietro, Rossi al volo di sinistro cerca il gol. Perin para in tuffo, la palla assume una strana traiettoria, rimbalza all'indietro, lo scavalca e finisce in porta.

Continua qui 

Genoa-Fiorentina 2-5

Proiettato ieri un triste film che non si sarebbe più voluto rivedere

Promossi&bocciati: Sampirisi malcapitato, Antonelli opaco, Gilardino certezza

domenica 1 settembre 2013

Le probabili formazioni di Genoa-Fiorentina

Le probabili formazioni

Genoa (4-3-1-2): Perin; Sampirisi, Portanova, Manfredini, Antonelli; Biondini, Lodi, Kucka; Bertolacci, Santana; Gilardino. A disposizione: Donnaruma, Antonini, De Maio, Blaze, Gamberini, Konatè, Matuzalem, Zima, Sturaro, Floro Flores, Martinez, Cofie. Allenatore: Liverani

Fiorentina (3-5-2): Neto; Compper, G. Rodriguez, Savic; Joaquin, Aquilani, Pizarro, Borja Valero, Pasqual; G. Rossi, Gomez. A disposizione: Munua, Roncaglia, Alonso, Tomovic, Vecino, Iakovenko, Wolski, Ambrosini, Mati Fernandez, Cuadrado, Ilicic, Bakic. Allenatore: Montella

Fonte

Possibile giro di attaccanti: Borriello al Genoa, Gilardino alla Juve, Quagliarella al West Ham

Rudi Garcia non ha schierato Marco Borriello titolare contro il Verona nell'anticipo delle ore 18. Il tecnico della Roma gli ha preferito Gervinho. Secondo Gianluca Di Marzio ciò potrebbe preludere a un giro di attaccanti che potrebbe dar vita ad un effetto domino. «Il Genoa - si legge su Gianlucadimarzio.com - che non è convinto di cedere Gilardino, sta comunque valutando il nome di Borriello, pallino del presidente Preziosi». Proprio stamane il West Ham ha chiesto Gilardino al Genoa: ma il club rossoblu ha rifiutato la proposta. «Anche la Juventus ha richiesto però il bomber ex Bologna - conclude il giornalista di Sky Sport - nel caso in cui proprio Quagliarella dovesse andare al West Ham.

Continua qui

sabato 31 agosto 2013

Centurion: «Il Genoa? Me gusta, me gusta...»

Genova - Un po' di stanchezza per il lungo viaggio, compensata dalla gioia di chi, a vent'anni, sta per iniziare una nuova avventura dall'altra parte del mondo. Adrian Ricardo Centurion, ventenne esterno offensivo argentino, proveniente dal Racing Avellaneda, è arrivato stamattina a Genova con un volo partito da Roma Fiumicino dove aveva fatto scalo. Dopo le visite mediche all'Istituto Baluardo, il giocatore è andato all'Hotel Sheraton per riposare un po'.

Continua qui

martedì 27 agosto 2013

Genoa: c’è Centurion, ma il colpo è doppio

Genova - Nel lunedì di riposo post Inter, il Genoa di Liverani ha piazzato due colpi di mercato che valgono quasi tre punti. Arrivano sia Ricardo Centurion che Adrian Stoian. Sono gli esterni d'attacco attesi da Liverani. Mancano solo le firme, tutto il resto è fatto. Il primo è di livello internazionale: Ricardo Centurion, classe 1993, talento del Racing Club di Avellaneda già inseguito nei mesi scorsi dai grandi club.

Continua qui

domenica 25 agosto 2013

Il Genoa crolla nel finale: 2-0 Nagatomo-Palacio in gol

Il Grifone contiene la manovra dell'Inter e opera in contropiede senza correre particolari pericoli in tutto il primo tempo. La ripresa inizia con la stessa falsariga. Kucka non sfrutta un'ottima occasione al 12' e sul capovolgimento di fronte Palacio sfiora il vantaggio. I nerazzurri accelerano e alla mezz'ora passano in vantaggio col giapponese, lasciato libero di deviare in rete un cross. Reazione debole. Al 36' traversa di Icardi. Liverani tenta la carta Floro Flores al posto di Santana ma subiscono il raddoppio al 46'.

Continua qui 

Inter-Genoa 2-0, Nagatomo e Palacio. Mazzarri al debutto in nerazzurro

Promossi&bocciati: Vrsaljko conferma, Lodi incompreso, Gilardino abbandonato

LIVERANI: «Preso il gol nel nostro momento migliore»

 

Le probabili formazioni di Inter-Genoa

INTER (3-5-2): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus; Nagatomo, Cambiasso, Kovacic, Guarin, Pereira; Palacio, Alvarez. All.: Mazzarri

GENOA (4-3-2-1): Perin; Vrsaljko, Manfredini, Portanova, Antonelli; Kucka, Lodi, Cofie; Santana, Bertolacci, Gilardino. All.: Liverani

Fonte

venerdì 23 agosto 2013

Gamberini: «Riparto dal Genoa»

Genova - Da oggi è ufficiale: Alessandro Gamberini è un nuovo giocatore del Genoa. Il difensore, arrivato ieri in città, passa dal Napoli al Grifone con la formula del prestito secco annuale. Dopo le visite mediche, svolte in mattinata al Baluardo, il "Gambero" si è presentato alla stampa alla Sciorba, prima dell'amichevole in famiglia tra Genoa e Primavera, vinta 6-0 da Gilardino e compagni.

Continua qui

venerdì 26 luglio 2013

Genoa, Rossi: «Mi fermo qui»

Massa - «Era una brava goletta, però, la We're Here e, in un modo e nell'altro, devo moltissimo a lei e a mio padre». Questa è un'altra storia di Capitani Coraggiosi e pazienza se davanti non c'è Terranova e l'Oceano Atlantico, ma il mar Tirreno, più festoso che tempestoso, piatto come un biliardo. Spiaggia di Poveromo, Versilia, stabilimento balneare "La Bussola", ci si vede qui. Semaforo rosso, poi via cento metri a destra. Rosso è il colore dell'amore. Questa è una variabile rossoblùù.
Vero, rosso è anche il colore di un semaforo. Quando dice stop. Dopo 297 battaglie, dai mari tempestosi della serie C alle lunghe navigazioni in Europa League: non c'era differenza, non per lui. «Mi fermo qui, smetto di giocare, è stata dura, ma ho deciso». Perché? «Anche perché rischio di non essere più quello che sono stato fino a due anni fa. Se così fosse rischierei di deludere questa gente che ha sempre corso con me sulla fascia: i genoani».

Continua qui

mercoledì 17 luglio 2013

Rossi, l’addio al Genoa è vicino

Neustift - «Credo che Rossi stia maturando l’addio al calcio giocato. Ci siamo parlati, si è preso questi giorni per valutare, se non ce la farà per lui è pronto un posto da dirigente». Il presidente Preziosi parla con affetto del suo capitano e anticipa, in base a una sua sensazione, quella che sarà la decisione che il capitano prenderà nei prossimi giorni. Vale a dire la fine della carriera da calciatore, per iniziare quella da dirigente all’interno del club di cui è diventato bandiera. Nessun annuncio definitivo, solo “sensazioni” basate sul colloquio avuto con il capitano nei giorni scorsi.

Continua qui

domenica 14 luglio 2013

Genoa a Neustift senza Rossi

Genova - In volo verso l’Austria. Per iniziare ufficialmente il ritiro, l’ottavo sui campi di Neustift per il Grifone. Sul charter per Innsbruck sale in extremis anche Matuzalem che grazie al nullaosta della Lazio si riunisce ai compagni rossoblù. E pur soddisfare la voglia di Genoa il brasiliano si è anche ridotto l’ingaggio.

Continua qui

venerdì 12 luglio 2013

Ecco l'interrogatorio di Milanetto e l'inconsistenza delle accuse al Genoa

Non capirò mai la giustizia sportiva. Innanzitutto per questa sua particolarità: è l'indagato a dover sostenere la sua innocenza e non è il procuratore a provare in modo concreto e circostanziato le sue accuse. Ma c'è di più. Nel caso di Omar Milanetto e del Genoa non ci sono prove decisive per la presunta combine per la partita con la Lazio del maggio 2011. Ricordo che l'ex regista rossoblù fu scarcerato dai giudici penali di Cremona e la sua posizione archiviata.
Per far comprendere meglio l'inconsistenza delle accuse rivolte al Grifone, ripropongo qui il link al sito di Panorama.it dove si può scaricare tutto l'interrogatorio di garanzia di Milanetto reso il 30 maggio 2012 davanti ai giudici di Cremona.

Continua qui

giovedì 11 luglio 2013

Triennale per Santana e dal West Ham ecco Rafati

Genova - Il momento degli arrivi. Alla spicciolata, con il count down per il ritiro già iniziato. Ieri sera, intanto, è sbucato a sorpresa il nome di Jami Rafati (classe ’94) giovanissimo centrocampista recentemente svincolato dal West Ham dove è cresciuto calcisticamente. Trattativa in dirittura d’arrivo, un rinforzo in più per il centrocampo di Liverani . Ieri, invece, intorno alle 16, Moussa Konatè ha varcato i cancelli del Signorini. Ultimi dettagli da definire, oggi è previsto l’annuncio ufficiale.
L’attaccante senegalese arriva in prestito dal Krasnodar e va a rinforzare un reparto offensivo in cui già ci sono Gilardino (Borriello però scalpita, vuole ancora il Genoa) e Floro Flores e a cui presto dovrebbe aggiungersi Boakye , di rientro nell’ambito dell’affare Immobile destinato al Torino.

Continua qui

sabato 6 luglio 2013

Genoa, doppio colpo

Genova - Priorità al terzino destro, eccolo. E in attesa di Borriello-Gilardino, appuntamento rinviato e da consumare fra ieri sera e questa mattina a Forte dei Marmi, anche un centravanti per il futuro.
Doppio colpo, colpi giovani, per il Genoa. Sulla fascia, in difesa, rilancio del Kuban Krasnodar per Cristian Sapunaru, a ingaggio da 900mila euro. Grifone vigile, ma soprattutto diretto altrove. Così ieri sera l’assalto decisivo per Sime Vrsaljko, a 21 anni titolare della Dinamo Zagabria e della Nazionale croata.

Continua qui

lunedì 17 giugno 2013

Alfredo Pedullà: «Il Genoa insiste per Ricky Alvarez»

Al Genoa piace molto Ricky Alvarez: lo conferma il superesperto di mercato Alfredo Pedullà dal suo sito ufficiale. Secondo il giornalista è stato svolto ben più di un sondaggio con l'Inter: «è un discorso che sarà approfondito la prossima settimana quando ci sarà probabilmente un incontro tra i due club». Il centrocampista argentino ha un ingaggio importante: tuttavia il Genoa è interessato e vuol trovare una soluzione per il pagamento.

Continua qui

martedì 11 giugno 2013

Borriello e Duncan due regali per Liverani

Preziosi vuole tenere il centravanti e "punta" il centrocampista del Livorno




Il compito è difficile ma non impossibile: da un listone che comprende una novantina di giocatori di proprietà, più tre o quattro acquisti mirati, occorre estrarre 23 nomi con i quali formare una rosa finalmente omogenea, vale a dire senza doppioni o, peggio ancora, con tre giocatori equivalenti per lo stesso ruolo, da affidare ad un allenatore giovane e pieno di entusiasmo come Liverani. Una rosa con dei punti di riferimento di grande esperienza (Portanova e Manfredini saranno certamente riconfermati e si va anche verso il riscatto di Matuzalem) ma anche con tanti giovani di prospettiva.

Continua qui

venerdì 31 maggio 2013

Preziosi ha scelto panchina a Liverani

Preziosi ha scelto panchina a Liverani

 Il presidente rossoblù vuole affidare la panchina all'attuale tecnico degli Allievi. Zamparini non libera Sannino, il presidente svolta. Martedì sera l'incontro decisivo di GESSI ADAMOLI  

Continua qui

mercoledì 29 maggio 2013

Casting difesa Genoa, arriva De Maio

Genova - Due punti fermi, Portanova e Manfredini. Poi Moretti, il cui contratto in scadenza nel 2014 presto sarà rinnovato in modo da permettergli di concludere la carriera in rossoblù. Granqvist è in partenza, con offerte che stanno arrivando da Russia e Turchia, senza dimenticare alcuni club di Premier League che già avevano cercato lo svedese nei mesi scorsi e ora potrebbero tornare alla carica.

Continua qui

mercoledì 22 maggio 2013

Frey verso l'addio Ballardini si allontana

Preziosi ha deciso: il portiere della prossima stagione sarà Perin





domenica 19 maggio 2013

Bologna - Genoa 0-0

Al Dall’Ara l’ultimo match della stagione per il Grifone finisce a reti inviolate. Buona prestazione di Donnarumma tra i pali che ferma Diamanti più di una volta.

Continua qui 

Promossi&bocciati: Donnarumma vola, Tozser inadatto, Borriello disperso

IL GIORNALE GENOVA - Il vice di Ballardini: «Nello spogliatoio frattura tra giocatori»

L'edizione genovese de Il Giornale riporta le dichiarazioni rilasciate da Carlo Regno sulle difficoltà incontrate dallo staff di Davide Ballardini. «Il gruppo sul campo ha lavorato benissimo, forse il migliore che abbiamo mai allenato. Mancava qualcosa all'interno dello spogliatoio. Diciamo che probabilmente non si volevamo proprio tanto bene tra di loro. E questo potrebbe essere uno dei motivi per cui la squadra non ha reso al massimo delle potenzialità».

Continua qui

domenica 12 maggio 2013

Genoa - Inter 0-0

I rossoblu rimangono in serie A!

Genoa-Inter 0-0, rossoblù salvi, Stramaccioni ferma il filotto di sconfitte

Basta il punto alla squadra di Preziosi per guadagnarsi la permanenza in serie A: settima salvezza di fila. L'Inter fa 0-0, risultato che mancava da 41 turni, e ritrova per 30' Cassano

Continua qui 

Genoa-Inter 0-0, il Grifo resta in A

Promossi&bocciati - Portanova leader, Antonelli stakanovista, Borriello show-man